Jun 192013
 
Ci sono ancora cose che mi stupiscono!logo phallus Ecco perchè il progetto CuriosBlog vive e sopravvive! Immaginate di passeggiare per le stradine di Reykjavík, la capitale islandese... viste le temperature italiane di questo periodo suppongo che a molti piacerebbe, visto che mentre scrivo là ci sono una decina di gradi 🙂 Immaginate che inizi a piovere, quindi i vostri piani per un picnic su un prato al fresco svaniscano lentamente. Potete però ripianificare il vostro svago in un attimo, recandovi all'indirizzo Laugavegi 116. Vi troverete di fronte all'unico museo fallologico al mondo, trasferitosi qui nel 2011 dalla sede aperta nel 2006 a Husavik, cittadina del nord dell'isola. Come cosa significa fallologico?!?! Un museo di piselli! O se preferite la connotazione più medico-scientifica, peni. La stranissima collezione è curata dall'ultrasettantenne Sigurdur Hjartarson, che ebbe l'idea nel 1974 quando gli regalarono una frusta fatta con un pisellone di toro 🙂 Fino ad oggi il simpatico nonnetto ha collezionato oltre 276 "esemplari", incluso quello di un generosissimo cittadino islandese che nel 2011 rinunciò a portarsi il prezioso attributo nella tomba. E non abbiate paura di essere soli: nel 2009 undicimila persone hanno avuto la stessa vostra idea... del c...o 🙂 Vi prego infine di notare il pregevole logo, riportato in alto a destra in questo post... mirabile connubio tra geografia e anatomia! Maschiamente vostro, RoarinPenguin  
Apr 082013
 
Questa la curiosa promessa di Tronsmart e Cloudnetgo CR9, due meraviglie di miniaturizzazione tecnologica.
CloudnetGo Cr9, le prime immagini

CloudnetGo Cr9, le prime immagini

Basate sullo strafamoso ecosistema Android, sono due computer completi e molto simili (pare che Tronsmart sia venduto senza "case", mentre Cloudnet dovrebbe andare in vendita a giorni). Porta USB, Porta HDMI per collegarli al TV, 8 o 16 GB onboard e slot SD per tanta memoria, questi microsistemi sono basati su processori quad core Cortex A9 di tutto rispetto che hanno prestazioni video da paura. Tronsmart sembra disponibile da Geekbuying addirittura sotto i 100 dollari (come resistere? Aaaaahhhh) mentre per lo stiloso (dalle foto) Clounetgo prezzi e disponibilità sono ancora da venire. Naturalmente la cosa impressionante è il parco applicativo già pronto, trattandosi di sistemi basati su Android.
Schermata di Applicazioni Android

Schermata di Applicazioni Android

E certo, filmati di Youtube in HD e prestazioni video che surclassano NVIDIA Tecra... insomma, sembra un vero e proprio gioiellino. Del resto, non è tutto mela ciò che luccica no? Robottinamente vostro, RoarinPenguin
Oct 182012
 
E' raro che un sito mi impressioni per genialità ma questo è studiato, concepito e realizzato per stupire anche il più incallito dei Geek! Un giochino a labirinto, e fin qui nulla di trascendentale... ma le regole per muoversi sono studiate per mettere alla prova la conoscenza base e avanzata del modus operandi di vi, il noto editor per Unix/Linux. O meglio, vim... uno dei suoi cloni più famosi che ha oltre vent'anni di vita! Un grazie @Loox per la twittata e attenzione: il sito genera dipendenza 😉 Vim-amente Vostro, RoarinPenguin  
Jul 272012
 
...cantava il biondissimo Sandy Marton negli anni 80. E proprio di un viaggio a Ibiza prenotato online sentivo parlare in ascensore rientrando in ufficio dal pranzo. Due ragazze, intorno ai 20, ne parlavano come la meta delle prossime slurpissime e sfrenate vacanze. Pensavano ad una prenotazione last-minute, si prefiguravano divertentissime nottate sexy in disco, muscolosissimi ragazzi in spiaggia... insomma, sembrava davvero di sentire la canzone di Britti "Io con la ragazza mia..." 🙂 La conversazione mi è rimasta in testa e ho deciso di capire se Ibiza non avesse una parte curiosa e nascosta di cui il CuriosBlog potesse parlare. Immaginate che ridere a settembre dire agli amici: "Sono stato a Ibiza... " e loro "Chissà che sballo, disco, feste, notti folli" e voi "ma, veramente ci sono andato per... meditare nella natura!" 😀 Ho infatti scoperto che, accanto all'Ibiza mondana che molti conoscono ce n'è una fatta di bellezze naturali, di spiagge segrete. Non ci credete? Provate a guidare verso nord sulla C-733, prima di Saint Joan girate a sinistra e continuate sulla C-733 verso Portinatx. Dalle parti di uno strano Agroturismo Hotel, parcheggiate e in qualche minuto di cammino arrivate a Moon Beach - Calo de S'Illa: perfetta per bagni e snorkeling meravigliosi. Oppure se la fotografia vi appassiona, puntate ad Aguas Blancas - una spiaggia nel nord dell'isola - per fotografare albe mozzafiato e panorami con bellissime rocce sul mare. Infine, se vi intriga davvero poter dire ai vostri amici di aver passato le vacanze a Ibiza per meditare e persino fare Yoga, a Santa Eulalia per 40 € al mese (o 15€ una sessione, se volete solo provare l'ebbrezza) si possono prendere lezioni settimanali di Yoga e meditazione attiva. Pensate ancora che a Ibiza ci si vada solo per divertirsi con notti folli in disco? Vacanzieramente vostro, RoarinPenguin
May 212012
 
Tutto è iniziato quando si sono diffuse le notizie recenti sul fatto che Mac fosse una piattaforma prona a virus. Girando nel mondo dell'Information Technology da qualche tempo ed occupandomi di sicurezza, ho pensato subito ad una bufala. Vero che mi occupo di sicurezza di rete, però l'attenzione per le "aree contigue" è sempre alta quasi quanto una sana paranoia... e l'area dei virus software è certamente una di queste. Ho pensato ad una bufala perché Mac è basato su OpenBSD, OpenBSD è di derivazione unixara quindi sicuro da virus quasi per definizione... certo. E dove sta la curiosità, direte voi? Nel fatto che mi sono accorto che il mondo dei virus è evoluto in due direzioni: criminale la prima e "abbindolatrice" la seconda. Entrambe innovative nella loro concezione. Il termine virus informatico è stato coniato e teorizzato dal matematico ungherese John von Neumann nel 1949, per diventare realtà soltanto nel 1986 (dopo un ventennio in cui la teoria approdò in diverse forme nei racconti di fantascienza) ad opera di due fratelli pakistani. Titolari di un negozio di computer, crearono Brain: un programma che infettava il settore di avvio del disco fisso per punire chiunque copiasse il loro software illegalmente. Premendo una sorta di fast forward fino ai giorni nostri, la cosa che mi incuriosisce è come siano cambiati i virus. Sono diventati orribilmente intelligenti e terribilmente efficaci. Orribilmente intelligenti quelli della prima categoria, quelli che infettano i sistemi SCADA o che vengono utilizzati per vere e proprie guerre cibernetiche. Per crearli servono persone, preparazione e risorse di molto superiori a quelle di un programmatore che vuole proteggere il suo software. E devastano in modo subdolo, proprio come bombe silenziose. Terribilmente efficaci quelli per computer "normali". Molto più stupidi (tecnologicamente parlando) rispetto ai loro nonni, questi virus fanno leva sulla curiosità umana, sul bassissimo livello di preparazione (e di paranoia) di molti utilizzatori di computer. Una volta ho visto uno scherzo su Facebook dove uno scriveva: "Facebook ha un sistema di protezione della password degli account per cui se la scrivi in un post viene trasformata in asterischi per nasconderla". Ci sono persone che hanno provato a scriverla nei commenti, che allora erano per di più indelebili!!! Questo rende qualsiasi piattaforma insicura, a prescindere che si tratti di Mac, Linux, Unix o del molto più vulnerabile Windows. Per non parlare di sistemi mobili tipo Android... Quindi grazie a chi divulga cultura e software per combattere queste pericolose evoluzioni... che a volte si celano in luoghi davvero insospettabili: sapevate che l'ultima frontiera dei ricettacoli di malware sono i siti... religiosi? Molto, molto più di quelli porno... Antiviralmente Vostro, RoarinPenguin
May 092012
 
Secondo una recente analisi dell'Università di Liverpool riportata da Reuters, vivere nel Mesozoico non dev'essere stato proprio uno spettacolo 😉 Le mucche del tempo infatti, tipo dinosauri, flatulenzavano a nastro con autoreverse... e proprio tali flatulenze sembra siano state tra le cause principali del surriscaldamento del pianeta. Nella loro profumata analisi, Dave Wilkison e Graeme Ruxton sostengono che dato il peso piuma di una ventina di tonnellate degli antichi ruminanti e la loro diffusione sul pianeta, il totale emissioni di metano dagli enormi orifizi possa essere stimato in 520 millioni di tonnellate all'anno. Paragonate a una quantità odierna da 50 a 100 milioni originata dai moderni bovini... e affini. Direi che tutto sommato stavano al calduccio, se non ci formalizza troppo sulla qualità aromatica dell'aria. Profumatamente vostro, RoarinPenguin
 Posted by at 6:21 am
May 072012
 
Molto curiosa e un filino geek l'idea di Zipwhip per pubblicizzare i loro messaggi nella nuvola! Mettendo insieme una macchina del caffè, tre controller Arduino, un po' di Javascript e una accozzaglia di altre cose hanno creato la Textpresso. Una macchina del caffè che, sulla schiumina, ti scrive quello che vuoi... ovviamente dalla nuvola. E pensano persino di renderla.... opensource. La modifica della mia Nespresso seguirà a breve 😉 Non ci credete? Guardatevi questo video: Textualmente Vostro, RoarinPenguin
 Posted by at 9:45 am
Apr 222012
 
Questo merita davvero un posto d'onore! Gli annunci riportati qui di seguito sono veramente apparsi nelle bacheche di parrocchie italiane.

  Religiosamente Vostro, RoarinPenguin
 Posted by at 3:27 pm