RoarinPenguin, Marco Rottigni, CuriosBlog, Curiosità
Dec 062008
 
nasa-at-risk Riprendo un articolo del grande Richard Stiennon che in sordina dal sito di Network World ogni tanto rilascia interessanti novità sulla sicurezza, principalmente negli Stati Uniti. Questa volta si tratta dell'ennesimo furto di dati alla NASA di informazioni importanti su satelliti, motori di razzi, sistemi di lancio e persino sullo Space Shuttle. E, strano a dirsi, i dati sono "viaggiati" verso l'est del mondo (rispetto a noi). Richard critica l'atteggiamento della NASA molto "ricercatore" del tipo "l'informazione deve essere libera", (principio con il quale il RoarinPenguin invece concorda completamente)... Secondo me, quello che dovrebbero fare alla NASA è dotarsi di ottimi sistemi firewall e IPS 😉 per negare l'accesso a un certo tipo di informazione, che nelle mani sbagliate potrebbe generare grossissimi problemi. Certo, l'opinione è banale e difficile diventa stabilire quali sono le mani sbagliate... però mi spiacerebbe vedere una reazione psicotica del tipo "allora chiudiamo l'accesso a tutti i dati, anche a quelle meravigliose immagini sul mondo extraterrestre"... Speriamo in bene. Astronauticamente Vostro, RoarinPenguin